Francesco Pomes

Francesco Pomes

La vita è un viaggio, chi viaggia vive due volte (Omar Khayyam, poeta persiano, XI secolo)

 

IL VIAGGIO E’ CULTURA, SOGNO, EVOLUZIONE.
La passione per il viaggio, se vado indietro con i ricordi, deve essere nata in me sin da bambino, quando mio padre mi portava a pescare: salendo sul muraglione del porto, come per magia d’un tratto appariva ai miei occhi l’infinita distesa blu del Mediterraneo! E allora mi immaginavo su barche che solcavano le onde e navigavano per misteriose terre lontane, e sognavo di incontrare genti che parlavano altre lingue e avevano culture diverse.

Così la passione per il viaggio, con i suoi valori di conoscenza e confronto, è divenuta per me necessità.
L’esperienza del viaggio, di un viaggio di qualità, accresce il bagaglio culturale del viaggiatore, lo porta e trasporta in un altrove, in un sogno che si avvera, fatto di nuovi paesaggi, di nuovi sguardi, di nuove lingue, che saranno occasione di apprendimento e di scambio, talvolta di rimodulazione di certe inscanfibili convinzioni.
Ed è indubbio che un viaggio da consapevoli è opportunità di arricchimento e di crescita, di evoluzione, anche interiore.

A partire dal 1980 sono stato quattro volte, da solo, in India, principalmente per studiare yoga, e durante quelle permanenze ho conosciuto un paese straordinariamente ricco, e, al contempo, straordinariamente povero: l’esperienza di quei viaggi ti fa capire che puoi non aver nulla, pur possedendo molto.

Il primo viaggio con Avventure è stato un ineguagliabile e lungo Malaysia-Borneo nel 1983; con una navigazione di tre giorni sul fiume nella giungla, raggiungemmo le tribù dei Daiacchi, ex guerrieri cacciatori di teste, che vivono tuttora su palafitte, e rimanemmo loro ospiti per alcuni giorni. Una vera Avventura, che al tempo mi diede un impulso fortissimo per il viaggio.

Come coordinatore ho viaggiato in vari paesi: Marocco, Syria, Giordania, Libano, Cuba, Zambia, Zimbabwe, Malawi, Mozambico, Kenya, Messico, Botswana, Namibia, Sudafrica, Birmania, Colombia, India-Isole Andamane, Tanzania, Zanzibar, Seychelles … e come viaggiatore autonomo sono stato in … tanti luoghi del nostro meraviglioso pianeta (dal Sahara allo Yemen, dalla sperduta isola di Ouessant nell’Atlantico alle raffinate Cicladi occidentali, o alle incantevoli isole polinesiane, dal Kota Kinabalu in Malaysia al Dal Lake in Kashmir, e poi ancora tanta Europa).

Ma, al di là di tutto, sento molto vero, e faccio mio, il pensiero di Fernando Pessoa:
La vita è ciò che facciamo di essa, i viaggi sono i viaggiatori, ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.

 

Cell.: 339.3432883
eMail: f.pomes55@gmail.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi